Una paziente ha risposto al cellulare durante una TAC in un ospedale di Napoli

Non sappiamo cosa dire.

|
mag 7 2018, 8:56am

Immagine: Ospedale Cardarelli

Benché tutti parlino di quanto il mondo vada troppo veloce, siamo nel 2018 e la Terra non accenna a rallentare. Forse è per questo che qualche giorno fa una signora che si stava sottoponendo ad una Tac all'Ospedale Cardarelli di Napoli ha pensato di unire l'utile al dilettevole e di fare una chiamata proprio durante l'esame. D'altronde durante la Tac devi stare fermo. Sdraiato. Non fare nulla. Per una estenuante decina di minuti.

Segui Motherboard Italia su Facebook e Twitter.

A riportarlo è il Corriere del Mezzogiorno, che spiega come l'esame sia stato immediatamente sospeso e la pazienta sgridata dal personale medico — L'immagine della Tac è rimasta conservata nei sistemi informatici dell'Ospedale e durante il weekend è stata vista praticamente da qualunque italiano (e non) dotato di connessione a internet.

La signora ha affermato di aver introdotto il cellulare "per errore" all'interno degli spazi per la Tac — L'utilizzo del cellulare durante un esame del genere non riporta conseguenze particolari sulla salute del paziente o sulla sicurezza del dispositivo, ma ovviamente invalida completamente l'esame che in questo caso è stato ripetuto poco dopo.

Insomma. Vabè. Boh. Come è possibile.

Segui Federico su Twitter: @nejrottif