La triste storia del videogioco su 4chan mai realizzato

Un promettente videogioco su Vivian James, la mascotte anti-gamergate di 4chan, che non ha mai visto la luce.

|
feb 13 2017, 12:19pm

Quando ho contattato  Kevin, in arte  Apple//Green, un giovane musicista tedesco presente su Soundcloud per intervistarlo in merito al suo lavoro, non avevo idea della storia che stava per raccontarmi e di quale fossero davvero le conseguenze dello scandalo Gamergate avvenuto due anni fa. Kevin è infatti l'autore della notevole colonna sonora di un gioco che non è mai stato realizzato e che ha strettamente a che vedere con questo fenomeno.

Kevin è un musicista talentuoso che ha avuto poche occasioni per mettersi alla prova, e un paio di volte si è trattato di giochi rimasti incompleti. La sua unica forma di sostentamento è il suo Patreon con qualche piccolo supporto di chi acquista le sue canzoni su Bandcamp. "Attualmente" mi dice  Kevin, "sono un musicista Freelance che ha lavorato per videogiochi non-profit con l'eccezione di un Dating Simulator dove contribuisco occasionalmente." Sono riuscito a fare due chiacchiere tramite Telegram con lui per intervistarlo in merito alla sua musica, ma quando stiamo per toccare la colonna sonora di questo videogioco, mi ha chiesto cosa sapessi su Vivian James e la sua storia. Quello che sapevo su Vivian James, quando ho fatto questa intervista, era semplicemente il gioco che conteneva la sua colonna sonora. Solo nei giorni successivi ho avuto modo di approfondirne la storia.

Quello che c'era dietro era qualcosa di agghiacciante. Nell'agosto 2014, la comunità videoludica, partendo da quella americana per poi diffondersi in tutto il mondo, è stata travolta da ciò che venne definito "lo scandalo Gamergate". Sono ormai passati tre anni ma parlarne ancora oggi potrebbe far scattare polemiche e flames con una facilità disarmante.

Il 14 Febbraio 2014 viene pubblicato un browser game gratuito dal titolo Depression Quest, un'avventura testuale realizzata con Twine. Il gioco, trattando argomenti delicati come la depressione, gli psicofarmaci e le tendenze suicide, viene dapprima criticato e successivamente accolto positivamente dalla critica. Finisce a pagamento su Steam l' 11 Agosto 2014.

Lo stesso giorno muore l'attore Robin Williams; alcuni utenti medi e hater (che avevano fallito il boicotaggio del videogioco Depression Quest) si coalizzano e accusano la sviluppatrice, Zoe Quinn, di sfruttare la morte dell'attore per vendere copie del gioco. Poi visto che la sviluppatrice è donna e l'utente medio dei videogiochi è maschio, Zoe Quinn diventa inevitabilmente una puttana.

Da ciò ne consegue una bella controversia sull'integrità etica del giornalismo e minacce di morte sempre più gravi alla sviluppatrice. Kevin, che ha vissuto la faccenda in prima persona durante quei giorni mi racconta : "È difficile oggi ricollegarsi al Gamergate, ma il tutto è partito come un reward per finanziare la campagna crowdfunding di The Fine Young Capitalists (TFYC). Non ricordo la cifra precisa ma le persone hanno donato più 500 dollari solo per sostenere un punto."

Fu proprio durante questo cataclisma di eventi che un giovane e scaltro canadese riuscì, sapendosi trovare nel posto giusto al momento giusto, a sfruttare a suo favore questa tempesta sociale. Stiamo parlando di Matthew Rappard, fondatore di The Fine Young Capitalists, un gruppo autodefinitosi "femminista radicale" che aveva come scopo quello di promuovere attraverso un crowdfounding iniziative no-profit a favore di classi demografiche e di lavoro sottorappresentate nell'industria dei media.

Così qualcuno della Fine Young Capitalists scrive su reddit di essere stato preso di mira da Zoe Quinn per via di un loro contest.

via Know your meme. 

Difatti, in quei mesi, TFYC aveva organizzato un contest dove bisognava scegliere un'idea (tra 5 in totale) per sviluppare un videogioco per conto di una società a Bogotà. La particolarità stava nel fatto che a sviluppare questi progetti fossero tutte donne (o meglio, il concept era pensato da una donna, ma poi il gioco era sviluppato da una crew con solo il 30-40% di donne).

Succede che su Twitter, Zoe Quinn critica questa iniziativa, per motivi che possono essere giusti o sbagliati ma con dei toni sicuramenti sbagliati. Essendo Zoe Quinn la donna che tutti odiano, qualcuno legato a TFYC commenta un post denigratorio sulla Quinn da reddit, aggiungendo che dopo essere stati insultati e doxxati dalla sviluppatrice, avevano aperto una campagna indiegogo che necessitava di 65.000 dollari per poter dare una mano alle loro iniziative. Infatti, proprio durante questa bufera, la sezione /v/ (videogames) di 4chan e reddit erano i luoghi dell'internet più focalizzati sull'intera faccenda, seguiti dall'hashtag #gamergate su twitter e tumblr. 

La discussione da reddit passa su 4chan e da quel punto tutti cominciano a sostenere la causa di TFYC. Al punto che viene realizzata una mascotte a sostegno della libertà d'espressione femminile. Questa Mascotte è Vivian James, realizzata dall'intera comunità di 4chan. Vivian James, nei mesi successivi, sarebbe divenuta un meme di quel periodo, anche se l'intenzione iniziale era quella di ideare una nuova Mascotte per 4chan e visto che 4chan aveva già di suo una mascotte /v/ Vivian si è trasformata nella figlia di "/v/".

Kevin mi invia quindi alcune immagini create dagli utenti di 4chan. Gli chiedo chi ha fatto questi disegni e mi risponde:  persone anonime di 4chan. Ed è stato proprio grazie agli utenti anonimi di Reddit che la visibilità della campagna di The Fine Young Capitalists aumentò esponenzialmente: Le femministe radicali, vedendo come la community di 4chan era divenuta attiva e contributiva con la creazione di questa mascotte, si fa carico di inserirla nel loro videogioco.

I've been informed the character created by /v/ is Vivian James. We will work with the creator to incorperate her into the lore of the game.
— TFYC (@TFYCapitalists) 22 agosto 2014

L'organizzazione delle femministe riceve l'attenzione della stampa soprattutto quando la loro campagna fondi viene hackerata: questo crea maggiore visibilità all'intera faccenda e getta nuova benzina sul fuoco di Zoe Quinn. Nella prima metà di settembre 2014, grazie soprattutto alle donazioni di 4chan, The Fine Young Capitalist raggiunge e supera la cifra di cui aveva bisogno per la realizzazione del suo videogioco. Come prima comunicazione ufficiale dopo aver raggiunto circa 71.500 dollari da più di 3.800 finanziatori dalla campagna IndieGogo, il fondatore del progetto Matthew Rappard ha ringraziato sia i suoi sostenitori che i troll che ostacolavano la campagna:

A tutti i nostri troll, grazie per averci fornito un costante flusso di commenti che ci ha permesso un dialogo continuo. Spesso la gente mi chiede perché rispondo ai troll che ho trovato dopo una ricerca del proprio nome. Il motivo è che quando lo faccio, maggiori persone vengono a sapere della nostra produzione e questo vuol dire maggiori donazioni. Senza le vostre critiche online, saremmo stati subito dimenticati. La vostra rabbia e il vostro dramma ha mantenuto il progetto vivo e per questo: rendo onore a voi.

Dopo queste parole, The Fine Young Capitalists sceglie una delle idee dal contest e inizia a lavorarci mentre mese dopo mese l'attenzione sul GamerGate comincia a venir meno fino ad essere solo un vago ricordo. Un anno dopo, nell'agosto 2015 il gioco esce su Steam al prezzo di 5 €. Viene presentato come un progetto realizzato da GamerGate e 4chan /v/ e raccoglie tiepide recensioni degli utenti. Inoltre la partecipazione di Vivian James è marginale: compare nella breve intro e fa un piccolo cameo. Stando ai dati del suo achievement, risulta essere stata vista solo dall' 1,7 % dei giocatori che hanno giocato al titolo. L'idea di Kevin è che " Da quello che si è visto, l'affiliazione tra TFYC e Gamergate è stata causata da interessi comuni: più o meno tutti quelli che hanno supportato il Gamergate erano gli stessi che volevano Vivian James dentro questa cosa."

La comunità di 4chan, dato che aveva appena avuto modo di creare una propria mascotte, decide di portare avanti per conto suo la produzione di qualsiasi media contenente questo personaggio, in maniera più dignitosa di quanto fatto da TFYC. Chiedo quindi a Kevin di parlarmi delle origini di VivGame, il gioco ideato dalla community di 4chan.  Kevin mi risponde: "al tempo tutto è cominciato da un'unica persona che ha preferito rimanere anonima ma che ha utilizzato il nome Devguy in quasi tutti i thread su Vivian James. L'intenzione dietro l'idea del gioco era creare un motore di gioco con un unico livello giocabile per poi dare la possibilità agli utenti di crearsi i loro propri livelli.

Fin da quando il progetto si supponeva essere un progetto in cui ognuno contribuiva come poteva, Devguy ha incoraggiato un po' tutti a creare le musiche basate su una beta rilasciata da lui dove si poteva combattere un boss (un gigantesco Robot Redditor). Così, di mia iniziativa, ho cercato di lavorare il più velocemente possibile (i threads su 4chan vengono eliminati dopo poche ore dalla pubblicazione). La canzone era piaciuta così tanto agli utenti che subito hanno cominciato a contattarmi personalmente.

Al tempo l'ammontare delle idee suggerite nei post era IMMENSA al punto che fu creato un google doc solo per scrivere tutte le persone che avevano contribuito alla realizzazione del gioco. Una delle tante idee era che ogni livello era un tema differente di 4chan. Per esempio, la board /m/ è per discutere dei mecha degli anime giapponesi e tutto ciò relativo, perciò il livello demo (che fu creato da un altro sviluppatore anonimo) era ambientato in una gigantesca base futuristica piena di riferimenti ai cartoni animati giapponesi sui mecha.

Sfortunatamente data l'eliminazione rapida dei thread, spesso gran parte dei lavori è andata perduta o non è stata vista in tempo. Senza contatti diretti e con un orario di lavoro costante ci possono essere gravi conseguenze che influenzano i progressi, la produttività e la comunicazione allo stesso tempo.

Inoltre l'arrivo degli haters GamerGate e del loro shitposting non ha aiutato e alla fine eravamo rimasti attivi solo io e Devguy nella realizzazione del gioco a tempo pieno e dopo 2-3 demo giocabili rilasciate abbiamo dovuto fermarci per più di un anno. Occasionalmente gli ho mandato delle email con della nuova musica e gli ho chiesto se era ancora al lavoro sul gioco. Mi ha risposto che effettivamente ci torna a lavorare quando può, dando priorità a cose più importanti. Ormai per lui la programmazione di questo gioco è divenuto solo un hobby. Inoltre è stato doxxato da utenti antti GG/Vivian James e questo non aiuta le probabilità per un futuro rilascio.

Gli chiedo se ha visto i numerosi commenti sotto i video di Gameplay in merito a molte persone che avrebbero voluto una campagna di Kickstarter su questo gioco: "ho sentito cose terribili con persone doxxate recentemente, ho paura di quello che potrebbero fare gli utenti," risponde. Ho i miei dubbi che un Kickstarter sia possibile per questo gioco, soprattutto perché i progetti su 4chan sono visti come "noi non abbiamo bisogno di pubblicità o fama". Non conosco il punto di vista di Devguy su questa faccenda.

È davvero un peccato perché penso che il design del gioco sia accattivante, e le meccaniche e le battaglie col boss siano sorprendentemente dinamiche; ecco il trailer.

Faccio qualche altra domanda a Kevin nei giorni successivi ma per via di alcuni problemi legati a questioni economiche, prima si scusa e poi mi scrive che questo mese non è riuscito a pagare l'affitto e non ha quindi la testa per rispondere ad ulteriori domande. Ho raccontato la storia di Kevin, in modo che qualcuno possa apprezzare la sua musica e supportarlo nella produzione dei suoi lavori visto che, mentre associazioni di "femministe radicali" riuscivano a raggiungere cifre superiori ai 70.000 dollari per supportare gli artisti, gli stessi artisti che hanno sopportato la causa con le loro creazioni non sono stati aiutati in nessun modo da queste presunti gruppi il cui scopo è la beneficienza.

A proposito: Che fine ha fatto The Fine Young Capitalists?

Tra il 2015 e il 2016 TFYC si ritrova a gestire i finanziamenti per altri tre progetti: il primo è un contest per la realizzazione di un webcomic sci-fi pubblicato con Creative Commons non commerciale dal nome di SNless. Ad oggi, di questo contest non si è saputo più nulla. Il secondo è stata una borsa di studio realizzata da un ingegnere aereospaziale/porno star di nome Mercedes Carrera per gli studenti dell'università STEM (Scienza, tecnologia, ingegnieria e matematica). I soldi di questa borsa di studio sono stati trovati tramite indiegogo e le donazioni dagli spettatori di alcune Cam Girl. Il terzo progetto è il Vivian James Film Award, ovvero, donare il restante dei ricavati ad una scuola di Cinema canadese e motivare questa decisione con "abbiamo realizzato questo premio perché il nuovo Ghostbusters fa schifo." 

Non era meglio dare il resto dei fondi a chi ha dedicato preziose ore di lavoro, realizzando del materiale eccellente e che ha davvero creduto negli ideali su cui TFYC ci ha lucrato sopra?