Quantcast

Google ha risposto al manifesto anti-diversità dei dipendenti

I dipendenti devono 'sentirsi al sicuro a condividere le loro opinioni.'

DiSarah EmersoneLouise Matsakis

Image: Shawn Collins/Flickr

Questo sabato abbiamo parlato del manifesto anti-diversità redatto da uno sviluppatore software di Google e che è stato ampiamente condiviso all'interno dell'azienda. Ieri pomeriggio, Gizmodo ha pubblicato il documento per intero. Danielle Brown, la nuova vice-presidentessa del dipartimento Diversity, Integrity & Governance, ha pubblicato una risposta al documento, in un memo ai dipendenti fornito a Motherboard da un lavoratore di Google.

Il documento da 10 pagine, diventato virale all'interno dell'azienda, affermava che Google dovrebbe fermare le sue campagne per la diversità e, invece, intraprendere un percorso che possa supportare la "diversità ideologica."

"Siamo assolutamente certi che la diversità e l'inclusione siano due aspetti fondamentali per il successo della nostra azienda," ha scritto Brown. "Parte del lavoro richiesto per costruire un ambiente aperto ed inclusivo prevede la promozione di una cultura in cui chi ha un punto di vista alternativo, incluso chi ha diverse opinioni politiche, si può sentire al sicuro nel condividere le proprie opinioni. Ma questo approccio deve adattarsi ai principi di equo impiego delineati nel Codice di Condotta, nelle nostre policy e nelle leggi anti-discriminazione."

Google non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento di Motherboard.

Ecco la dichiarazione di Brown per intero:

Colleghi,

Sono Danielle, la nuova VP del dipartimento Diversity, Integrity & Governance di google. Ho cominciato giusto appena un paio di settimane fa, e speravo di potermi prendere un'altra settimana per acclimatarmi prima di presentarmi a tutti voi. Ma visto l'acceso dibattito a cui abbiamo assistito negli ultimi giorno, mi sento in dovere di dire qualcosa.

Molti di voi hanno letto un documento interno condiviso da qualcuno della nostra struttura di sviluppo, e in cui vengono espresse delle opinioni sulle abilità naturali e sulle caratteristiche dei diversi generi, oltre che delle considerazioni sulla possibilità di discutere liberamente di determinati temi all'interno di Google. Come molti di voi, ritengo che questo documento avanzi delle opinioni e dei pregiudizi non corretti sulla questione di genere. Non lo linkerò qui, e questo documento non è un punto di vista che io o l'azienda supportiamo, promuoviamo o incoraggiamo.

La diversità e l'inclusione sono parti fondamentali dei nostri valore e della cultura che continuiamo a coltivare. Siamo assolutamente certi che la diversità e l'inclusione siano due aspetti fondamentali per il successo della nostra azienda, e continueremo a credere in ciò e a sviluppare questo credo sul lungo periodo. Come spiegato da Ari Barlogh in un post interno su G+, "Costruire un ambiente aperto e inclusivo è parte viscerale di ciò che noi siamo, ed è anche la cosa giusta da fare. 'Nuff said."

Google ha preso una posizione decisa circa questo problema, pubblicando i suoi dati demografici e definendo degli obiettivi ben chiari per tutta l'azienda sui tassi di diversità ed inclusione. Posizioni forti, d'altronde, generano reazioni forti. Cambiare una cultura è difficile e spesso poco piacevole. Ma credo fermamente che Google stia facendo la cosa giusta, ed è per questo motivo che sto facendo questo lavoro.

Parte del lavoro richiesto per costruire un ambiente aperto ed inclusivo prevede la promozione di una cultura in cui chi ha un punto di vista alternativo, incluso chi ha diverse opinioni politiche, si può sentire al sicuro nel condividere le proprie opinioni. Ma questo approccio deve adattarsi ai principi di impiego equo delineati nel Codice di Condotta, nelle nostre policy e nelle leggi anti-discriminazione.

Lavoro in questo settore da molto tempo, e posso dirvi che non ho mai lavorato in un'azienda che ha così tanti mezzi a disposizione perché i dipendenti si possano esprimere — TGIF, Memegen, il G+ interno, migliaia di gruppi di discussione. So che questo dibattito non si concluderà oggi con questa mia mail. Non vedo l'ora di sentire i vostri pensieri mentre continuo a incontrare nuovi colleghi dell'azienda.

Grazie,

Danielle.