Una strana creatura marina è apparsa su una spiaggia ed è subito sparita

Questo video girato sulla costa della Georgia ritrae una creatura degli abissi decisamente singolare.

|
27 marzo 2018, 12:38pm

Gli oceani sono pieni di creature talmente strane che è difficile pensare che siano terrestri. Ogni tanto, il mare ne tira fuori qualcuna scatenando spesso la curiosità di tutto l'internet.

L'ultimo esempio è un coso stravagante apparso sulle coste del parco nazionale di Wolf Island in Georgia. La carcassa è stata scoperta da un bagnante, Jeff Warren, le cui foto e video sono diventate virali, causando una tempesta di ipotesi sull'identità tassonomica dell'animale. Visto che l'esemplare non è stato catturato, ed è subito sparito, queste immagini sono tutto ciò che abbiamo.

Secondo molti biologi marini, incluso il Professor Douglas McCauley dell'Università di Santa Barbara, l'animale morto sembra essere un qualche tipo di animaletto degli abissi, forse uno squalo dal collare (ma il professore mi ha spiegato via email che le pinne pettorali sarebbero troppo lunghe per uno squalo dal collare, e avrebbe bisogno di immagini un po' più ravvicinate per essere sicuro).

Alcuni preferivano dare alla carcassa origini criptozoologiche, dovute alla somiglianza dell'animale con la creatura leggendaria chiamata Altamaha-ha, che è una versione made in Georgia del mostro di Loch Ness. La somiglianza con la creatura leggendaria ha fatto pensare ad alcuni esperti che si tratti di una bufala.

Un disegno di Altamaha-ha. Immagine: Carnby

Senza la carcassa, non potremo mai sapere dove collocare il povero animaletto nell'albero della vita, e nemmeno se si trattava di uno scherzo. Ma ecco che sorge la domanda: cosa bisognerebbe fare se si entrasse in contatto con una creatura non-identificata?

Be' secondo la National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA), se è ancora in vita e sta soffrendo, la cosa migliore da fare è allertare la protezione animale locale per dargli un'assistenza.

Se è morta, bisogna documentare la carcassa facendo foto e video, come ha fatto Warren in Georgia. Se l'animale è riconoscibilmente un mammifero, probabilmente bisogna essere ancora più cauti per via di una legge che le protegge — negli Stati Uniti, per esempio, ci sono delle restrizioni. Comunque sia, è sempre bene avere un po' di buone foto delle parti anatomiche riconoscibili.

"Se la bestia ha una testa e dei denti," ha detto McCauley, "bisognerebbe ritrarli attentamente. I denti forniscono alcuni dettagli fondamentali sul modo in cui gli animali mangiano e sulla specie. Ci vorrebbe un vero e proprio shooting fotografico, una palla di carne è difficile da identificare. Fai foto da dietro ma anche sulla pancia."

"Capisco che non tutti si gasano per un pesce degli abissi in decomposizione," ha aggiunto. "Diventa primitivo e smuovi il tuo animale usando un ramoscello."

Allo stesso modo, McCauley ha detto che gli animali morti spesso vengono risucchiati nell'oceano o mangiati, quindi se possibile l'animale andrebbe portato lontano dal bagnasciuga. Se è piccolo, può essere messo dentro una busta di plastica per essere congelato e studiato successivamente, o se è troppo grande cercare un pezzo che può essere rimosso. Usa dei guanti e disinfettati le mani per prevenire la diffusione di batteri.

Per capire di che animale si tratta, ti servirà un esperto — un biologo marino, qualcuno del museo di storia naturale locale o dell'università o dei pescatori, che sono "grandi depositari di conoscenza locale su quanto siano comuni determinati esemplari," ha detto McCauley. Puoi anche provare a cercare le tue immagini su internet per vedere se ci sono animali comparabili.

In ogni caso, non tenere la scoperta per te. Potrebbe essere importante per i ricercatori, visto quanto poco sappiamo del mondo oceanico. Alcuni reperti marini hanno portato alla scoperta di un nuovo tipo di balena, nuove conoscenze sulla parassitologia dei pesci e scoperte interessanti sulle abitudini delle tartarughe.

"La cosa incredibile degli oceani," mi ha detto McCauley, "è quello strano schifo può rappresentare il ogni momento una significativa scoperta scientifica."

Questo articolo è apparso originariamente su Motherboard US.