I Simpson sbarcano in Cina, in streaming

Anche se tutti gli episodi che fanno riferimento alla Cina saranno censurati.

|
set 17 2014, 3:29pm

Immagine: Fox.com

L'America finalmente ripagherà la Cina per i panda donati negli anni '70: i Simpson, culmine e massima realizzazione della cultura statunitense, saranno disponibili in streaming per gli abitanti della Repubblica Popolare, portando così a compimento l'infiltrazione dei Simpson sia nel mondo reale che nel dominio virtuale.

Variety ha affermato che la Fox e una delle piattaforme online cinesi più importanti, Sohu Video, hanno raggiunto un accordo che permetterà ai Simpson di essere trasmessi—o guardati in streaming online—per la prima volta in Cina. Sohu Video renderà disponibile on demand anche il Saturday Night Live e la BBC.

Piuttosto che essere doppiati, come avviene in Europa, i Simpson cinesi saranno sottotitolati in mandarino. Non posso non chiedermi come uno show così intriso di cultura americana possa farsi largo in un paese che si è dimostrato così restrittivo nei confronti dei contenuti statunitensi per così tanto tempo.

Comunque sia, conosco europei che amano i Simpson, e devo dire che anche io quando ho iniziato a vederne gli episodi, da piccolo, non capivo proprio tutti i riferimenti delle battute. Anche se tutti gli episodi che fanno riferimenti alla Cina saranno censurati, quello che verrà esportato è pur sempre un autentico distillato di cultura americana.

I Simpson sono stati per la tv in streaming quello che i Beatles sono stati per iTunes per molto tempo—un climax talmente vitale e redditizio di per sé che per lungo tempo non si è degnato di prendere parte all'era digitale. I Simpson hanno venduto DVD, i Beatles dischi.

Ma come i Fab Four si sono infine concessi a iTunes—e un giorno si concederanno anche a Spotify—i Simpson si sono concessi allo streaming: l'interno archivio verrà messo online con "Simpsons World" da ottobre.

Lo show rimane comunque legato al caro vecchio televisore, perché il servizio è disponibile solo per gli utenti autenticati FOX, cioè gli abbonati, lasciando gli utenti di Netflix a miserrime versioni pixelate dei vecchi episodi e ai più recenti episodi disponibili su Hulu.

I dettagli dell'accordo Fox-Sohu, come la quantità di denaro coinvolta nel contratto o il numero di episodi disponibili, non sono ancora stati rivelati. Quando e se Fox Broadcasting mi risponderà alla mail, vi aggiornerò.

Ma ciò che si sa per certo è che gli spettatori cinesi potranno almeno vedere gli episodi più recenti dal 28 settembre. Se verranno resi disponibili anche i vecchi archivi, spero che ai cinesi venga risparmiato l'episodio in cui Homer si traveste da panda—non che sia culturalmente inappropriato, ma è semplicemente terribile.