Slender Man, creepypasta e videogiochi horror

La Creepypasta sta ispirando un sacco di videogiochi inquietanti.

|
30 ottobre 2014, 10:48am

Immagine: YouTube

È un miracolo che il sito Angelfire sia ancora in piedi, ma è talmente azzeccato che continua a stare benissimo a galla tra le tante navi fantasma della rete. Il sito è dedicato a Ted, uno speleologo subacqueo, che intorno al 2001 descrive dettagliatamente la sua discesa claustrofobica in quella che lui chiama 'Grotta del Mistero' e sullo strano demone in cui pensa di essersi imbattuto.

Ho sentito parlare per la prima volta della storia di Ted sui forum di Something Awful, dove Angelfire veniva bombardato da richieste di aggiornamento da parte di alcuni utenti, mentre altri ne chiedevano addirittura la chiusura.

Oggi esiste un luogo appositamente pensato per raccogliere tutte le storie horror create dalla fantasia degli abitanti della rete: Creepypasta. E i personaggi dei Creepypasta sono l'ispirazione per diversi videogiochi.

Si pensi a Slender Man, che da demone letterario si è trasformato nel raccapricciante antagonista di un videogioco. Ted è probabilmente uno dei primi eroi dei Creepypasta, ma non è la mascotte. Il premio va sicuramente a Slender Man, l'allampanato uomo senza volto che insegue, rapisce e terrorizza le persone. È quel tipo di personaggio da incubo che ti fa quasi avere paura della tua stessa ombra.

Un frame del trailer di Slender Man. Image: YouTube

Ci sono state due importanti apparizioni di Slender Man. Una di queste, Slender, è una serie di videogiochi che recentemente è uscita su Playstation e Xbox, dove il protagonista viene pedinato da un'entità misteriosa. L'altra materializzazione della creatura è stato un reale tentativo di omicidio che sembrava uscito da un film dell'orrore: due ragazze in Wisconsin hanno accoltellato un compagno di classe 19 volte per compiacere la creatura leggendaria della rete.

(Ma potrebbero esserci ben altre questioni dietro questo fatto, considerando che una delle due ragazze pare fosse stata emotivamente coinvolta anche da entità come Voldemort, Tartarughe Ninja e unicorni.)

Slender Man è nato da un racconto online, ma la sua popolarità ha valicato i confini della rete ed è ormai proprietà dell'intera cultura popolare. I Creepypasta non reclamano la proprietà dei contenuti; i suoi personaggi appartengono a chi li usa, anche se è il creatore originale di Slender Man, Eric Knudsen, ad avere il copyright ufficiale della creatura.

Spesso gli aspetti meno coinvolgenti dei Creepypasta riguardano citazioni dilungate da veri nerd, come riferimenti a episodi perduti dei Simpson o di Sponge Bob: niente può far scendere un'inquietante storia di fantasmi quanto la descrizione dettagliata di un episodio di Futurama.

Ma i giochi dedicati Slender Man sono stati in grado di mantenere gli aspetti inquietanti e spaventosi dei racconti nati online. Arrivato poco dopo l'apparizione di Slender Man tra gli "evil meme", il videogioco dedicato a questa spaventosa creatura provoca un terrore immediato ai suoi spettatori. I giocatori hanno iniziato a riprendersi mentre giocavano, pubblicando poi la loro esperienza su YouTube e queste clip sono diventate un particolare e bizzarro modo per recensire del gioco. Un caso analogo è quello di Five Night at Freddy's, un ormai popolarissimo gioco per cui molti personaggi di YouTube stanno impazzendo.

I pupazzi spaventosi di Five Night's at Freddy. Immagine:  Steam

Five Night at Freddy's è praticamente un gioco basato su una Creepypasta mai scritto. Il giocatore impersona come guardia di sicurezza di turno di notte alla pizzeria di Freddy Fazbear, e presto scopre che i robot programmati per intrattenere le famiglie di giorno, di notte inseguono il malcapitato nei loro terrificanti costumi da pupazzi giganti.

Bloccato nella sala di controllo, il giocatore può proteggersi soltanto chiudendo le due porte su entrambi i lati della stanza, e può controllare le altre aree della pizzeria attraverso le videocamere di sorveglianza: tuttavia l'uso costante delle apparecchiature sottrae energia al generatore, e se questa si esaurisce, l'intero sistema si spegne, le telecamere non funzionano più e le porte non possono più essere chiuse.Il motivo per cui questo gioco ha avuto un tale successo negli appassionati di horror è che costituisce la combinazione di tutti i nostri peggiori incubi. Sì, è un videogioco, ma è davvero inquietante. È quando si viene uccisi succede all'improvviso, come nei peggiori scherzi pubblicati su YouTube.

I VIDEOGAMES SONO IL Più GRANDE TRIBUTO AI CREEPYPASTA

Come nei Creepypasta, il gioco riprende molti elementi appartenenti all'infanzia di molti di noi, si assiste alla perdita d'innocenza di qualcosa creato per portare gioia ai bambini. Il suo creatore, Scott Cawthon, era un completo sconosciuto prima della creazione del gioco, e la sua improvvisa popolarità possiede un'innegabile aura di mistero. Il fatto che ci siano già dei Creepypasta ispirati da questo videogioco fa parte di un circolo virtuoso inevitabile.