Immagine dalla collezione di Roy<SAC> di arte ASCII.  

Il porno ASCII esiste da molto prima di internet ed è ancora ovunque

( . )( . ) B===D~

|
18 gennaio 2019, 12:25pm

Immagine dalla collezione di Roy<SAC> di arte ASCII.  

"Se qualcosa esiste, allora esiste anche la sua versione porno," dice la Rule 34 dell'internet. I link e i video contenuti in questo articolo potrebbero essere considerati NSFW. Occhio a premere play se siete in ufficio, insomma.

“xxx” by xyz on ascii-art.de

Da quando gli esseri umani usano simboli per rappresentare il linguaggio, ci fanno anche arte. E dove ci sono persone che fanno qualcosa, ci sono persone che fanno una versione più arrapata e più erotica di quella cosa — come disegnare un paio di tette e un cazzo gigantesco usando solo i caratteri disponibili su una tastiera.

Pronunciato "ass-kee," ASCII è un acronimo che sta per American Standard Code for Information Interchange — un sistema per rappresentare i 128 caratteri della lingua inglese come numeri, così da poter poi rappresentare un testo digitalmente. A partire dagli anni Settanta e gli anni Ottanta, grazie all'invenzione di tecnologie come la stampante ad aghi e di forum come Usenet, le persone hanno iniziato ad assemblare caratteri ASCII per farli diventare immagini, alcune più esplicite di altre.

Il porno ASCII è ritenuto la prima forma di pornografia a essere stata diffusa in giro per internet. A differenza delle immagini inviate in allegato, che erano un'agonia da scaricare usando la connessione dial-up dell'epoca, l'arte ASCII si caricava veloce tanto quanto qualsiasi altro testo. E anche prima che si potessero spedire file immagine via internet, l'arte ASCII era un modo relativamente semplice per creare e condividere qualsiasi feticcio erotico.

Devo ammettere che, la prima volta che mi sono immersa nel mondo del porno ASCII (alle volte anche chiamato pr0n, per i cowboy della consolle nel cyberspazio), non ho apprezzato quanto avrei dovuto la profondità e la vastità di questa forma d'arte. Come immagino valga per tanti, la mia conoscenza del porno ASCII iniziava con ( . )( . ) e 8==D, e finiva con un paio di esempi tipo questo:

Non avevo ancora capito che esiste una storia complessa, arrapata e incredibilmente nerd del porno ASCII. Ma, ovviamente, è proprio così.

La nascita dei primi Pr0n

I precursori del porno ASCII sono in giro da molto prima di internet. È assolutamente possibile che le persone creassero porno usando solo testo addirittura già nel Medioevo, considerato che gli scribi usavano, talvolta, delicati scritti per creare illustrazioni e poemi visivi accanto ai testi biblici. Nell'arte che usava le macchine da scrivere, dopo l'avvento e la diffusione delle stampanti telescriventi all'inizio del Ventesimo Secolo, abbiamo avuto a disposizione un nuovo modo per sbizzarrirci nel creare e condividere arte fatta di testo anche a distanza.

Un artista ASCII che si fa chiamare "goto80" mi ha raccontato in una email che, stando alle sue ricerche, il primo porno moderno fatto di testo è stato probabilmente inviato via televideo. Il televideo era una tecnologia della fine degli anni Settanta, precedente a internet, che serviva per inviare testi e grafiche a un apparecchio televisivo, che non ha mai espresso appieno il potenziale che alcune persone gli attribuivano all'epoca.

"Fondamentalmente, i radio amatori hanno iniziato a inviarsi testo anziché suono circa 100 anni fa, ed erano entrati in fissa con il convertire le modelle di playboy in testo [tipo ASCII, PETSCII e televideo]," ha detto goto80. "Ci sono svariati esempi del genere che risalgono agli anni Sessanta, ma immagino che succedesse anche prima di allora."

E quelle immagini erano una bomba. Il progetto German Teletext Babez del musicista 8-bit Dragan Espenschield è un esempio di erotica confezionata usando il televideo, così come lo è un progetto invece recente di un artista ASCII che si fa chiamare "Jellica."

La maggior parte degli artisti ed entusiasti dell'ASCII con cui ho parlato per questo articolo hanno avuto un momento di nostalgia nel raccontarmi come è iniziato tutto. Forse se ne ricordano con tanta chiarezza perché quelli erano tempi duri per chi consumava pornografia, come sa chiunque abbia mai dovuto aspettare un'eternità per vedere arrivare una manciata di dati su uno schermo, via modem dial-up.

"Il mio primo ricordo legato al fare arte ASCII è scrivere su un'Atari 800XL, anni prima che sapessi che quello era il suo nome, e che c'erano altri là fuori che facevano la stessa cosa," un'entusiasta mi ha detto.

Jellica ha una di quelle storie nostalgiche. Mi ha raccontato in un messaggio su Twitter che la prima volta che ha visto un'immagine porno in forma testuale è stato prima dell'esistenza di internet per come lo conosciamo. "Ho visto la prima opera del genere quando ero un ragazzino negli anni Ottanta [è stato] e mio nonno aveva portato a casa da lavoro luna donna nuda a figura intera in ASCII, stampata su diversi fogli di una vecchia stampante ad aghi," ha detto.

yBE4XauBf0oYVJw-rtI5fFByYeM0lY4JKHGB3E7wW2LgGV7CyO4Zh8C8PEKLF4CzM_ETBJu4G7dp-9D18OqrsE2t7xtH0kPZ55VyQi2kxFAG6VatIVEHiwZ-9gcixQ9kVHiqE_zJ

Immagine via MisterKissKissBangBang su Imgur

Il porno ASCII, all'epoca, su forum primordiali chiamati bulletin board system (BBS), Telenet, Usenet e lo sneakernet — termine con cui si intente il trasferimento di file su hard disk fisici, CD e floppy.

"C'era sempre un ragazzino a scuola che aveva un floppy disk che avevano rubato al padre e che aveva certe cose dentro, e in Francia c'erano floppy disk venduti con le copie delle riviste di giochi per il computer, con qualche materiale erotico dentro," ha detto Jellica. "C'erano molti sistemi informatici diversi all'epoca e un sacco di formati di testo diversi, come il PETSCII per il Commodore 64, o il testo da televideo."

Goto80 mi ha raccontato che, per lui, il televideo è un medio particolarmente interessante per il porno basato su testo. "Per gli americani, il televideo appare come una cosa del tutto ridicola, ma questa tecnologia lo-fi è ancora molto, molto popolare in Europa, specialmente nei paesi del nord," mi ha detto. "È solo testo, e ci sono un sacco di pubblicità. Comprese quelle porno. E sono davvero tante."

La cultura dell'ASCII Pr0n

Mentre esploravo il mondo dell'arte ASCII — contenuti da adulti o meno — qualunque persona con cui parlavo mi suggeriva altra gente da contattare o di cui avrei dovuto vedere le opere.

Nella comunità di arte e pornografia ASCII, alcuni artisti sembrano detenere una certa notorietà — e da decenni. Ogni artista ASCII ha un proprio stile definito e spesso usa una firma a tre lettere, firme con cui si riconoscono tra loro. Alcuni di questi sono Blazej Kozlowski (noto come "bug"), Faux_Pseudo ("F_P") e Joan Stark ("jgs").

“Volevo creare usando computer obsoleti che erano un po' più artistici e da outsider, e allontanarmi da quella cultura nerd stile Big Bang Theory dove le cose devono essere fatte in un determinato modo"

Stark è un'artista che è spuntata fuori in tutte le conversazioni che ho avuto sull'arte ASCII. "Tutto ciò che fa è elegante," mi ha detto via email un altro artista che fa parte della comunità da 18 anni e che ha chiesto di rimanere anonimo per evitare che il proprio capo colleghi il suo nome alla sua arte. "Il suo ritratto di Mary Poppins è la prima immagine che viene in mente quando parli di arte ASCII di qualità. È semplice, immediatamente riconoscibile e, se posso dirlo, praticamente perfetta in qualsiasi altro senso."

L'artista ASCII Laura Brown ("ldb") ha iniziato a fare arte ASCII nel 1998, partecipando a gruppi di informazione dedicati alla materia. Mi ha raccontato in un messaggio privato su Twitter che la forma ha probabilmente avuto origini semplici: "immagino che cose semplici tipo (_|_) sederi e tette (o)(o) siano state il primo porno in ASCII."

Ma questa arte non è rimasta a semplici tette e culi per molto. Alcune opere sono diventate rifinite e meravigliose, come la creazione “Meriday in the Morning," dell'animatore Mike Jittlov, del 1993. Altri esempi del genere sono ancora più complessi, compreso un gioco in cui ti masturbi in PETSCII.

Una parte dell'arte ASCII è stata riconosciuta dalla più ampia sfera culturale e artistica come meritevole di uno spazio nei musei. Uno dei nomi più noti, in questo senso, è Vuk Ćosić: un artista contemporaneo sloveno e pioniere della net art, il cui progetto del 1998 intitolato ASCII History of Moving Images è stato considerato come una delle influenze del film Matrix, uscito l'anno seguente ("non credo proprio," mi ha detto però Ćosić per email). Deep ASCII — la sua interpretazione in ASCII del classico del porno del 1972 Gola Profondaè stata acclamata in una mostra. È una conversione integrale dei 55 minuti del film originale, senza sonoro.

-Ug1WIGuRqSz2fcVurKkFZflsJWNGbv0lVhsHorroEamnuw8x2pDRkHgDQsn--UgJjeY-3mQKhesraF9o1L3cyU8doUlO7sPzXSVdNARse20VJr8mOhsEeIWeLiwxRUmi0DHS-am

Deep ASCII di Vuk Ćosić, 1998. Codice di Luka Frelih, prodotta da Ljubljana Digital Medialab

"Ho scelto [Gola Profonda] perché era iconico e presumibilmente riconoscibile," mi ha detto Ćosić, parlando di Deep ASCII. "E anche perché Gola Profonda è stato fatto lo stesso anno del gioco Pong (giugno 1972), e mi piaceva il fatto che pietre miliari di due branche dell'intrattenimento così importanti fossero uscite praticamente nello stesso momento."

L'ASCII Pr0n oggi

L'arte ASCII sarà anche vecchissima, ma è ancora ovunque.

Forse è più popolare su Twitter, sotto forma di sheriff memes, nelle gag "in this house," o nei coniglietti con i cartelli in mano o che chiedono “you want this?” Anche chat online, gruppi Facebook e forum sono ancora pieni di appassionati che portano avanti questa disciplina.

Ma a causa della natura copypasta di molte opere ASCII — è molto facile appropiarsene facendo copia/incolla e spacciarle come opere originali, senza citare i creatori —, molti artisti ASCII, come molti artisti in generale che mettono a disposizione le proprie opere su internet, devono lottare per ricevere i riconoscimenti dovuti.

"Ho provato a vendere delle cartoline d'auguri ASCII su Zazzle, ma ho solo continuato a trovare copie delle mie opere postate per essere vendute senza essere accreditata, o senza che fossero citate le mie iniziali," mi ha raccontato Brown. "Gli utenti sembrano credere che ogni opera d'arte ASCII sia disponibile gratis. Ma è arte, è esattamente come ogni qualsiasi altra immagine fotografata, dipinta, ecc.”

Dopo tutti questi anni, c'è ancora qualcosa di puro nel porno ASCII, e in generale negli artisti che spingono oltre i confini della tecnologia.

"Se sei un artista, è logico cercare di espandere gli strumenti a tua disposizione, specialmente se riesci a dare loro un nuovo significato," mi ha spiegato Ćosić. "La mia motivazione personale nel creare quel porno ASCII era che si tratta di un genere visivamente semplice (primi piani anatomici) senza complicazioni visive che rendono i render ASCII incomprensibili."

Anche per Jellica, creare porno ASCII ha significato fare qualcosa di diverso con gli strumenti a sua disposizione.

"Volevo creare usando computer obsoleti che erano un po' più artistici e da outsider, e allontanarmi da quella cultura nerd stile Big Bang Theory dove le cose devono essere fatte in un determinato modo," mi ha detto Jellica. "Non trovo questo tipo di cose erotiche o eccitanti, è solo divertente fare cose strane e sexy."


Bonus: una raccolta di note sul porno ASCII

Questo articolo è ben lontano da rendere giustizia alla storia del porno ASCII nella sua interezza, ma se avete un paio di ore da bruciare scrollando immagini di persone nude create usando lettere e simboli di una tastiera, eccovi una lista di posti utili da cui cominciare:

This has been a nowhere near exhaustive history of ASCII porn, but if you have a few hours to burn on scrolling through pictures of naked people made using keyboards, here are some helpful places to start:

Questo articolo è apparso originariamente su Motherboard US.