Quantcast
Composizione dell'autore

Bitcoin è morto, lunga vita a Bitcoin

Jordan Pearson

Jordan Pearson

E quindi, dopo tutto quello che è successo, che cosa possiamo fare ora con un bitcoin?

Composizione dell'autore

Dobbiamo smettere di riferirci ai Bitcoin come se "un bitcoin" fosse un'entità che può essere usata o addirittura posseduta da qualcuno. Non ha alcun senso.

Al momento, un bitcoin, indicato come "1.0" nel sistema, vale più di 4.000 dollari (circa 3.300 euro.) Quello che forse non sapete è che "un bitcoin" può essere suddiviso in un milione di bit e, nel caso, ognuno di questi può essere condiviso sulla rete. Di fatto, non esiste "un bitcoin." Piuttosto, esistono delle entità più piccole memorizzate su un registro digitale che possono essere raggruppate insieme fino a quando non raggiungono la quantità di bit desiderata da inviare — di solito qualcosa come 0,0035 bitcoin pari a 15 dollari (12,5 euro circa.)

Pensatela in questo modo. Se il Bitcoin dovesse mai essere utilizzato come una valuta comune (e potrebbe volerci molto, molto tempo) potreste andare al bar e chiedere: "Un caffè, per favore," e il barista vi risponderebbe, "Sono 0,00057." Se oggi acquistate un nome di dominio utilizzando Bitcoin, il servizio costa più o meno 0,00274 BTC, un paio di scarpe Yeezy, invece, 0,0568 BTC. Se desideraste pagare l'affitto in Bitcoin — una delle voci di spesa mensili più alte in media nella vita di chiunque — il prezzo sarebbe di soli 0,3 BTC. Per comprare un prodotto del costo di un intero bitcoin, dovreste scegliere qualcosa come un'auto usata. Dal punto di vista pratico, rispetto al suo valore attuale, non ha senso utilizzarlo come unità di base il bitcoin.

In passato, si poteva parlare di bitcoin come di un qualcosa che si poteva essere posseduto e utilizzato. In particolare, intorno al 2012, quando il valore di un bitcoin oscillava tra 1 e 5 dollari. A quell'epoca, ragionare in termini di bitcoin aveva un senso. Ma adesso, quella stessa denominazione — "un bitcoin" — è equivalente ad una quantità di soldi maggiore a quella che la maggior parte di noi vede in un mese. Una stima di quanti indirizzi Bitcoin dispongono effettivamente di un intero bitcoin può chiarirci le idee: circa il 95 per cento di tutti gli indirizzi Bitcoin contengono meno di un bitcoin. Qualcuno può controllare più di un indirizzo Bitcoin ma, da anni, l'esistenza di una minoranza che controlla la maggior parte dei bitcoin è uno spauracchio per tutta la comunità. Se una persona con un reddito medio decidesse di investire 1.000 dollari (832 euro) dei suoi soldi in Bitcoin, potrebbe dichiarare solo 0,23 BTC.

Immagine: Reddit

Il valore attuale di Bitcoin rende "un bitcoin" inutile come base di valore per le transazioni ma, nel corso degli anni, ci sono state diverse proposte per altre denominazioni. Ci sono unità, come il satoshi, che si sono diffuse nel linguaggio comune. Uno satoshi vale .00000001 BTC. Ci sono anche il milli-bitcoin (.001), il micro-bitcoin (.000001) e altre ancora. Qualcuno ha anche proposto semplicemente di ragionare in termini di bit, rendendo un bitcoin equivalente a un milione di bit inviati attraverso la rete Bitcoin. Quale riferimento scegliere tra questi?

La volatilità del valore di Bitcoin rende questa decisione estremamente difficile. Una unità di misura equivalente a un dollaro oggi potrebbe valerne 10 domani, o molto meno. Indipendentemente da ciò, la situazione attuale è chiara: i bitcoin interi non sono per le persone comuni e, quindi, se un giorno Bitcoin dovesse venire adottato come sistema di pagamento di massa, dovremmo scegliere un riferimento di base più realistico e adeguato.