Come cambiano le espressioni facciali di orgasmo e dolore nel mondo

Persone che arrivano da diverse culture mostrano il dolore e il piacere in modi diversi.

|
ott 17 2018, 9:39am

Cosa faresti se, durante un orgasmo, sul volto del tuo partner si disegnasse una splendente smorfia sorridente? In quanto occidentale con anni di bias sociali che arrivano dal cinema, dalla televisione e dal porno che mi hanno sempre insegnato con precisione che tipo di faccia dovrei avere mentre sto provando un orgasmo, troverei la smorfia sorridente decisamente strana.

In alcune culture, invece, sorridere durante l'orgasmo è una reazione completamente accettata, e anche in un certo senso prevista.

Questa è una delle scoperte emerse da uno studio sulle espressioni facciali di piacere e doloro tra la varie culture recentemente pubblicato. I ricercatori di alcune università in Inghilterra e Spagna hanno usato il machine learning, l'analisi teoretica e degli esperimenti sulla percezione umana per capire se le persone percepissero il piacere e il dolore sul volto di altre persone nella stessa maniera. Le loro scoperte sono state pubblicate su PNAS questo mese.

Carlos Crivelli, uno degli autori dello studio e lecturer di psicologia alla De Montfort University a Leicester, mi ha detto per email che il punto di partenza della ricerca faceva riferimento a una domanda: Riusciamo a distinguere tutti le varie espressioni facciali?

La sua risposta breve è no.

Il team di ricercatori ha messo a paragone i dati disponibili di osservazione sulle espressioni facciali tra le varie culture con dei nuovi dati che arrivavano da degli esperimenti sulla percezione umana in laboratorio. Agli osservatori provenienti dalle culture occidentali e orientali venivano mostrati dei volti generati al computer che simulavano varie espressione, e veniva poi chiesto agli osservatori se i movimenti facciali corrispondessero alla loro percezione di "dolore" o "orgasmo", e quanto il volto mostratogli si avvicinasse a quella espressione (in una scala da "molto poco", a "tanto").

Rappresentazione mentale dinamica delle espressioni facciali di dolore e orgasmo

Nonostante le credenze comuni e gli studi precedenti, i ricercatori hanno scoperto che il dolore e l'orgasmo mostrano dei tratti distintivi sia a livello fisico che percettivo tra le varie culture — ovvero, la faccia che le persone fanno quando provano un orgasmo non è la stessa che hanno quando provano dolore.

Hanno anche scoperto che mentre il dolore era valutato in maniera simile tra le varie culture, si potevano invece notare delle differenze piuttosto sostanziali quando si trattava di orgasmi. Gli occhi molto aperti venivano normalmente associati all'orgasmo nelle culture occidentali, mentre i sorrisi venivano associati al piacere nelle culture orientali, dice lo studio.

"Queste scoperte sembrano stranianti per molte persone perché il buon senso ci dice che dovremmo poter leggere le emozioni sul volto delle persone come se fossero un libro," ha spiegato Crivelli. "Il punto importante è che gli umani sviluppano delle rappresentazioni mentali solide che 'hanno vita propria' con importanti conseguenze per il comportamento umano... I dati del nostro studio non supportano l'idea che le espressioni facciali vivano di messaggi emotivi "universali". La cultura e la biologia giocano un ruolo importante nel modellare queste diversità.