Guarda due intelligenze artificiali flirtare e scommetti su come va a finire

Il progetto 'BadCupid' fa incontrare due IA in un luogo a caso e lascia che cerchino di sedursi a vicenda in modo procedurale, davanti ai vostri occhi.

|
22 novembre 2018, 7:00pm

Immagine: Screenshot via YouTube/BadCupid

“Se siete giornalisti interessati a intelligenze artificiali che flirtano proceduralmente tra loro [...] fatemelo sapere,” ha scritto la sviluppatrice Tanya X. Short di Kitfox Games su Twitter martedì. E — ehi — come poteva non incuriosirci?

Short ha raccontato a Motherboard via email che il nuovo esperimento del suo studio si intitola BadCupid e che si svolgerà su Mixer (la piattaforma di streaming di Microsoft) in orari predefiniti; il primo evento è programmato per oggi giovedì 22 novembre dalle ore 20.00 italiane fino alle 4.00 di mattina del giorno dopo.

BadCupid fa incontrare in un luogo virtuale votato dal pubblico due IA ispirate a personaggi storici o immaginari e permette ai partecipanti di guardarle mentre flirtano, dopo aver scommesso sul risultato dell’appuntamento: la Venere di Botticelli e Abraham Lincoln si innamoreranno dopo essersi imbattuti uno nell’altra in spiaggia? Per partecipare basta andare su Mixer e iscriversi gratuitamente alla piattaforma (potete entrare con un account Microsoft) e non serve denaro reale per scommettere, perché BadCupid si basa su una propria valuta di finzione, distribuita gratuitamente agli spettatori.

Il gioco — ha spiegato Short — funziona un po’ come lo scontro di due IA in un videogioco picchiaduro in cui due personaggi si picchiano usando anche tecniche speciali (pensate a Street Fighter, per intenderci). In BadCupid, però, i personaggi usano le loro mosse non per menarsi e diminuire la salute del nemico, ma per sedursi e aumentare il punteggio di Amore del potenziale partner; inoltre, le mosse non sono basate su calci e pugni ma su più o meno timidi tentativi di approccio.

“[L’Intelligenza Artificiale] ha un elenco definito di mosse da scegliere e delle statistiche,” ha scritto Short. “Le sue statistiche determinano quali mosse può fare (per esempio, solo un personaggio con un elevato punteggio in Confidenza può usare la mossa ‘Invita a casa’ e solo un personaggio con la caratteristica Stronzo può usare la mossa ‘Insulta’) e quanto sono efficaci (per esempio, un personaggio con un alto punteggio di Frigidezza è resistente e il suo Amore aumenta più lentamente).” Le azioni che un personaggio può compiere sono anche legate a un punteggio — chiamato Energia — che aumenta durante l’appuntamento e che può essere speso per eseguire “mosse più potenti,” come la mossa “Invita a casa” citata prima. Tutto questo avviene dietro le quinte, e quello che gli spettatori vedono è un inquietante dialogo generato proceduralmente (cioè secondo le regole imposte da un algoritmo) tra due entità virtuali in un ambiente altrettanto virtuale.

l’incontro tra due intelligenze artificiali è un’esplorazione di sentimenti e gusti, non uno scontro violento

Guardare due intelligenze artificiali che combattono scommettendo una finta valuta è un concetto già esplorato sulla piattaforma Salty Bet, dove gli spettatori scommettono sui risultati di scontri tra intelligenze artificiali in folli picchiaduro con personaggi creati dalla comunità. L’evoluzione futura di questo specifico esempio è facile da immaginare: ring virtuali in cui mostruosi robot combattono a robopugilato laser mentre una folla urlante li guarda in realtà virtuale e lancia criptovalute.

Da questo punto di vista, il lavoro di Kitfox Games propone una visione molto più interessante di quello che può essere il videogioco. In BadCupid non esiste competizione — in un certo senso, i personaggi o vincono entrambi trovando l’amore, o perdono entrambi, non trovandolo — e l’incontro tra due intelligenze artificiali è un’esplorazione di sentimenti e gusti, non uno scontro violento. Anche la scommessa tra gli utenti è, alla fine, un gioco senza conseguenze.

Eppure, le prospettive future di un esperimento che mescola intelligenza artificiale e modalità di corteggiamento umane, sono, in qualche modo, persino più inquietanti. Abbiamo visto tutti quell’episodio di Black Mirror in cui l’intelligenza artificiale viene utilizzata per ricreare un amore perduto e, proprio recentemente, una donna ha trasformato la finzione in realtà, “resuscitando” virtualmente il migliore amico morto in un incidente stradale.

Ora, immaginate nel futuro la stessa folla di BadCupid che guarda due intelligenze artificiali installate dentro a dei robot (o creature digitali che esisteranno solo nella realtà virtuale stessa) mentre flirtano, e scommette non sul vincitore di un combattimento, ma sulla conclusione di un appuntamento. Magari sperando di scorgere un po’ di robosesso estremo tra Maria Stuarda e Robin Hood.