Guarda un tubo che sputa sangue in un canale del Pacifico

"Non pensavo che sarebbe stato così macabro e disgustoso."

|
29 novembre 2017, 10:15am

C'è un tubo che sputa sangue nelle acque — solitamente serene e piene di salmoni — del canale Discovery Passage, poco lontano dall'Isola di Vancouver, nella British Columbia. Fa veramente schifo ed è potenzialmente pericoloso per la fauna marina del canale e delle acque prossime allo stesso, stando ai ricercatori. Il videomaker e fotografo Tavish Campbell ha scoperto il dotto effluente — un sistema standard per disporre delle acque reflue, ma di certo non per vomitare le budella di valanghe di pesci — mentre faceva un'immersione qualche mese fa, vicino a un impianto che processa salmoni atlantici.

Campbell mi ha detto per telefono di essersi immerso nel punto in questione dopo aver notato che l'allevamento di pesci e l'impianto dove gli animali sono processati avevano modificato l'ecosistema circostante la sua cittadina, nel corso della sua vita. Si aspettava di vedere qualcosa uscire dal dotto delle acque reflue, ma non questo. "Non avrei mai immaginato che sarebbe stato così schifoso e disgustoso," ha detto Campbell. Ha descritto le acque dicendo che "luccicavano per le scaglie e i pezzi di sangue."

Campbell ha preso dei campioni del sangue direttamente dal flusso che usciva dal tubo e li ha inviati all'attivista e ricercatrice Alexandra Morton, che li ha consegnati all'Atlantic Veterinary College all'Isola di Principe Edoardo, perché fossero analizzati. Morton ha scoperto che il sangue conteneva vermi intestinali, oltre al Piscine Reovirus, un virus comune nei salmoni dell'Atlantico sia selvatici che di allevamento, e che è legato alle infiammazioni del cuore e dei muscoli scheletrici nei pesci. Il virus non è noto per essere pericoloso per l'uomo, ma può uccidere anche il 20 percento di una popolazione di pesci infetti.

Il sangue è un vettore per queste malattie infettive. Sputarlo direttamente nel canale e lasciare che i pesci selvatici ci nuotino dentro è un'incubo per qualsiasi persona si occupi di conservazione marina.

Stando a quanto riportato da CTV News nella British Columbia, il tubo sembra essere connesso alla Brown's Bay Packing Company, un'impianto che processa salmoni atlantici d'allevamento vicino a Campbell River. CTV ha contattato Dave Stover, il manager della Brown's Bay Packing, che ha confermato che l'azienda ha effettivamente un dotto di acque reflue, sostenendo però di avere i permessi appositi. Ho lasciato un messaggio all'azienda chiedendo un commento diretto a Stover e il pezzo sarà aggiornato in caso io riceva risposta.

Anziché essere buttate nell'ambiente selvaggio, le acque reflue potrebbero essere trasformate in fertilizzante. Il governo della British Columbia ha annunciato ad ottobre di voler intraprendere una campagna di controlli degli allevamenti e delle aziende che processano pesce.

"Il nostro standard più rigido è regolato dalla Global Aquaculture Alliance, che segue standard della BAP (Best Aquaculture Practices) ... e questi standard sono di livello superiore e noi ci atteniamo ad essi, o li superiamo," ha detto Stover a CTV.

Campbell mi ha detto di fare ciò che fa non per il bene di qualche grande organizzazione o causa, ma solo perché è genuinamente preoccupato per i salmoni e per l'ecosistema che circonda la sua casa. "Speriamo davvero di vedere le cose cambiare."

Nel frattempo, il tubo continua a sputare scaglie e budella di pesce nell'acqua, invisibile dalla superficie immobile del canale.